Home » Racconti Extraconiugali » Sesso con i vicini universitari mentre mio marito era a lavoro

Sesso con i vicini universitari mentre mio marito era a lavoro

Sono una donna che non ama essere vista come una moglie traditrice o comunque essere considerata una tipa facile ma, quando la vita sessuale con il proprio partner sembra essere morta, allora anche io, essendo molto attiva e soprattutto vogliosa, mi lascia trasportare dalle mie sensazioni fisiche.
Per questi motivi posso dire che ho deciso di avere delle relazioni particolari (cuckold) con i miei vicini universitari mentre mio marito era assente per motivi di lavoro.

Una donna sola e vogliosa

Sapete cosa vuol dire rimanere sola per diversi giorni e avere una matta voglia di dare libero sfogo a tutte le proprie sensazioni e ai desideri sessuali?

Ecco, se non vi è mai capitato posso dirvi che si tratta di un momento in cui si valutano tante cose e sicuramente vivere una vita senza concedersi quella piacevole sensazione fisica rappresenta un problema.
Io sono una donna che ha sempre mantenuto fede alla promessa di matrimonio ma dal momento che il mio partner non riusciva a farmi sperimentare determinate sensazioni ho deciso di cambiare totalmente ottica e modo di ragionare.
Proprio considerando tutto questo ho deciso di vivere la mia vita al massimo e mettere momentaneamente da parte quelle promesse di matrimonio.
Così ho iniziato ha indagare e ad analizzare quali potevano essere i miei eventuali partner sessuali con cui divertirmi e fare in modo che ogni singolo giorno potesse essere dedicato alla scoperta di nuove sensazioni di piacere senza particolari limiti e vincoli.

Una donna e la sua fica calda

Dopo essermi ripromessa che non avrei mai messo da parte le mie sensazioni, abitando vicino a un’università ho cominciato a dare uno sguardo ai giovani ragazzi che si trovavano da quelle parti.
Posso dire subito che ho notato come molti di loro avevano un atteggiamento assai particolare e alcuni mi guardavano con certi occhi che sembravano volessero divorarmi.
Per una donna adulta che ama essere al centro dell’attenzione questo tipo di sguardi non passa di certo inosservato.
Avere gli occhi dei giovani che ti guardano mentre esci di casa e sentire qualche commento che ti fa sentire apprezzata al massimo sono sensazioni che non hanno prezzo.
Quindi posso dire che io, giocando proprio su questi piccoli aspetti, ho iniziato a comportarmi come una donna leggermente più calda del solito.
Le mattine estive mi mettevo in balcone con il top a stendere i panni, mentre per fare la spesa indossavo dei vestiti molto aderenti che mettevano in mostra le mie forme.
Questo non faceva altro che far eccitare ulteriormente i miei giovani vicini, che ogni volta rimanevano basiti: proprio sapendo che si trattava di ragazzi che abitavano vicino a casa mia, ho iniziato anche a essere maggiormente confidenziale nei loro riguardi, facendo quindi in modo che ogni singolo istante potesse essere definito come realmente unico nel suo genere.
Anche in questo caso posso dire di aver giocato d’astuzia dato che con volevo di certo passare completamente inosservata ma fare tutto il possibile per stuzzicarli.
Dico anche che mi sentivo viva mentre venivo apprezzata da questi giovani che, con il loro modo di fare, continuavano a guardarmi come una dea.

I miei incontri con i vicini

A questo punto mancava solamente il tocco finale, ovvero dare ai miei vicini l’occasione di stare con me, una donna calda che sa esattamente come si eccitano i maschi.

Il primo appuntamento

Una sera, conoscendo un mio vicino universitario, con la scusa di un problema al computer l’ho invitato a casa a sistemare il PC e abbiamo iniziato a parlare.
Ovviamente io mi sono presentata in modo molto sensuale: capelli bagnati, vestito bianco che metteva in mostra il mio fisico, gambe e piedi scoperti.
Il ragazzo sembrava aver visto una top model e dopo pochi istanti io ho deciso di provocarlo, massaggiandogli la schiena mentre era seduto di fronte al computer.
Lui non ha resistito e mi è saltato addosso, facendomi sentire nuovamente donna: il vestito mi è stato tolto in un baleno, lasciandomi totalmente nuda, mentre lui assaporava la mia calda fica facendomi riscoprire un momento di piacere intenso che pensavo di aver dimenticato da tempo.
Mentre mi gustava io ero in preda al piacere intenso che solamente una calda bocca riesce a offrire, rendendo quindi unico ogni singolo istante e sperimentando un rapporto sessuale senza alcun limite.
Posso quindi dire che ho goduto al massimo e soprattutto che non riuscivo a contenermi dal piacere, dato che ogni singolo istante trascorso con questo giovane era sinonimo d’intensa goduria.

Il secondo appuntamento

Un secondo appuntamento l’ho avuto con un altro vicino, che invece stava studiando in ambito legislativo e con la scusa di una potenziale truffa su un contratto, ho avuto l’occasione di farmi scopare da dietro.
Quella sera posso dire di essermi totalmente bagnata la passera visto che il mio giovane partner aveva un cazzo duro che quasi mi sfondava e mi ha fatto letteralmente esplodere dal piacere, altra sensazione che pensavo di aver dimenticato da diverso tempo.

Il terzo appuntamento

Il terzo appuntamento che ho sperimentato è stato invece con un mio vicino che, invece, adorava le pratiche bondage soft.
In questo caso io, che sono una donna aperta, non ho mai temuto di sperimentare determinate pratiche e una volta legata al letto ho goduto come una pazza.
Quando ha iniziato a stuzzicare il mio corpo totalmente nudo e inerme stavo impazzando dal piacere: prima il ghiaccio freddo suo capezzoli e sulla mia passera, poi diverse piume che sfioravano le parti sensibile del mio corpo, facendomi letteralmente impazzire dal piacere specialmente quando veniva stuzzicata la mia vogliosa passera e poi essere bendata e stimolata totalmente sono tutte pratiche che, ancora una volta, mi hanno fatto bagnare.

Posso raccontare di aver avuto anche diversi altri incontri ma da quando ho deciso di dare libero sfogo a tutte le mie voglie vi assicuro che riesco a vivere nel migliore dei modi la mia vita sessuale.
Oggi non ha limiti e anzi, questo mio nuovo modo di fare mi ha permesso di migliorare anche il rapporto con mio marito, di cui sento molto meno la mancanza quando parte per lavoro.

Desideri incontrare gnocche vogliose nella tua zona?

CONTATTALE SUBITO!

Lascia un commento

INCONTRA DONNE PORCHE